Ascoltando per la prima volta “A me me piace ‘o blues” di Pino Daniele, dopo aver conosciuto in precedenza i suoi primi due album, decisi definitivamente che dal punto di vista musicale, non potevo avere qui in Italia altro modello da seguire.

Ascolta questo brano cliccando quiūüĎČMunn √® stat e munn √®¬† ¬† ¬† ¬†dimmi nei commenti se ti piace.

Mi piacque troppo l’energia che sprigionava da quel sound, dopo aver fatto indigestione dei gruppi di musica leggera che andavano a quei tempi.

Quella canzone interpretava pienamente la mia voglia di divertirmi suonando e cantando!

“A me me piace ‘o blues e tutt’ e juorn aggia cant√†”, esprimeva quel desiderio insopprimibile di fare musica¬†che avevo dentro e che nessuno poteva frenare, n√© domare. ¬†

Pino Daniele

Mi ricordo che la comitiva della quale facevo parte, all’introduzione dei primi accordi del pezzo, aveva come un sobbalzo, ¬†dopo¬†il quale¬†tutti insieme iniziavamo¬†a cantare e a ballare.

La serata canora sui giardini del lungomare incominciava in sordina con le canzoni melodiche dei Pooh, ed andava avanti di questo passo fino ad arrivare al collettivo coinvolgimento con “A me me piace ‘o blues“. ¬†

Mi ricordo che conobbi Pino Daniele casualmente a casa di mio cugino Antonio, un pomeriggio d’estate, ascoltando Napule √®, Donna Cunc√® ed altri brani del primo album.

Da principio suonavano¬†strani alle¬†mie orecchie, abituato com’ero ad ascoltare principalmente le canzoni¬† dei gruppi di fine anni settanta, ma dopo l’iniziale perplessit√†¬† non ho pi√Ļ abbandonato il filone blues.

Con questo album che conteneva anche “A me me piace ‘o blues” si ebbe la conferma che Pino Daniele non era un fenomeno di passaggio, ma un grandissimo artista destinato a rimanere nella storia della musica. Anche io ebbi subito questa convinzione!¬†E’ cosi √® stato!

A me me piace ‘o blues
E tutt’e juorne aggio cant√†
Pecch√® so stato zitto e mo √® ‘o mumento ‘e me sfuca’
Sono volgare e so che nella vita suonerò
Pe chi tene ‘e complessi e nun’ ‘e v√≤
A me me piace ‘o zucchero ca scenne dinto ‘o caff√®
E see you ‘na presa d’annice ma chi √® meglio ‘e me
Tengo ‘a cazzimma e faccio tutto quello che mi va
Pecch√® so’ blues e nun voglio cagn√†’
Ma po’ nce resta ‘o mare
E ‘a pazienza ‘e suppurta’
‘A gente ca cammina miezo ‘a via pe sbraita’
I’ vengo appriesso a te
Pecchè so nato ccà
Sai che so niro niro
Ma nun te pozzo lass√†’
A me me piace chi da ‘nfaccia senza ‘e se ferma’
Chi √® tuosto e po’ s’arape pecch√® sape see’adda da’
Aiza ‘o vraccio ‘e cchi√Ļ per nun te fa ‘mbruglia’
E dalle ‘nfaccia senza te ferma’
A me me piace ‘o blues e tutt’e juorne aggi√≤ canta’
Pecch√® m’abbruscia ‘o fronte ‘e ‘na manera aggio sfuca’
Sono volgare e so che nella vita suonerò
So’ blues astregne i dienti e sono mo
Ma po’ nce resta ‘o mare
E ‘a pazienza ‘e suppurta’
‘a gente ca cammina miezo ‘a via pe sbraita’
I’ vengo appriesso a te
Pecchè so nato ccà
Sai che so niro niro
Ma nun te pozzo lassa’
E sono mo, sono mo, sono mo

http://www.pinodaniele.com/